EVENTO CHE SI RIPETE

DALLA PARTE DEL GATTO. STORIA DI ENRICO MATTEI

VEN02DIC21:00DALLA PARTE DEL GATTO. STORIA DI ENRICO MATTEIPRODUZIONE TEATRO DELL'ORTICA

ORARIO

(Venerdì) 21:00

DOVE

TEATRO DELL’ORTICA

via S. Allende 48, 16138

SCHEDA

Prima dello spettacolo della serata del 2 dicembre I Soin de Zena (Irene Manca voce e chitarra, Eliano Calamaro violino e Luca Nicora percussioni) suoneranno Maledetta mattina d’ottobre le cui parole sono state scritte da Ivano Malcotti


scritto da Ivano Malcotti
regia di Mirco Bonomi
con Andrea Benfante e Paolo Drago
Prosegue il percorso dedicato alla storia di uomini e donne famosi e meno che hanno lasciato un piccolo o grande segno nella storia.
In questo caso un’occasione per andare oltre l’agiografia, nel raccontare Enrico Mattei, l’uomo dell’indipendenza energetica e non solo dell’Italia degli anni 60’.
Un lungo lavoro di ricerca bibliografica, ma anche di contatti con persone che hanno conosciuto direttamente Mattei, da parte di Ivano Malcotti.
Il racconto viaggia sul filone dell’intervista di un giornalista a Mattei, di resoconto autobiografico e storico.
Conosciamo così un Mattei giovane e intraprendente, il Mattei partigiano che già mostra capacità organizzative e strategiche non indifferenti.
Il suo rapporto con il mondo della politica in quella prima repubblica densa di contraddizioni ma sicuramente molto viva.
I due attori interpretano Enrico Mattei, Andrea Benfante e il giornalista Paolo Drago, divenendo a volte voce narrante e personaggi altri.
Alcuni commenti sono registrati da altre voci. Uno spettacolo che si situa sul terreno dell’impegno civile di un certo teatro di narrazione in cui ci riconosciamo.


INFO E PRENOTAZIONI
010.8380120 (Lun-Ven 10.00/16.00)
email organizzazione@teatrortica.it  


BIGLIETTI / CARNET
INTERO 12.00 euro
RIDOTTO 10.00 euro
(under 14, over 65, soci COOP – una tessera 2 ingressi -, Green Card, abbonati ai teatri della rete Genova Teatro)
CORSISTI ORTICA 8,00 euro
ABBONAMENTO SPIRALI
3 spettacoli in 3 teatri 24.00 euro (valido solo per gli spettacoli della rassegna “SPIRALI“)

Scrivi un commento

Torna in cima