Quando:
1 Febbraio 2020@18:00
2020-02-01T18:00:00+01:00
2020-02-01T18:15:00+01:00
Dove:
Auditorium del Municipio IV Media Val Bisagno
Costo:
Gratuito
Contatto:
TEATRO DELL'ORTICA
0108380120

IL TEATRO UNIVERSITARIO DAI GUF DEL VENTENNIO AL CUT


L’attore e regista Roberto Tomaello, che nel 1981 partecipa alla costituzione del “Teatro dell’Ateneo di Genova” (divenuto “Teatro Ateneo”) per il quale ha rivestito anche la funzione di direttore artistico contribuendo a realizzarne buona parte delle iniziative, esperto conoscitore di Storia del Teatro in generale e di quello universitario e genovese nello specifico, compie una lettura del cammino del teatro e della ricerca teatrale in ambito universitario, dai G.U.F (Gruppi Universitari Fascisti) alla nascita dei C.U.T. Tra gli anni ‘40 e gli anni ’60 il teatro universitario ebbe un ruolo nel collegare il mondo teatrale amatoriale a quello professionistico, nel tenere aperto il dialogo tra le nazioni e le culture. Dalle avanguardie degli anni ’60, alla politicizzazione dello strumento teatrale, fino alla nascita di cooperative teatrali che ne hanno smorzato la ragione d’essere.


Roberto Tomaello è attore e formatore teatrale. Dopo il liceo classico e il seminario di studi teatrali del Teatro Stabile di Genova frequenta a Milano l’Accademia dei Filodrammatici, la Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” e la scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi; a Firenze la Bottega Teatrale; a Roma la Scuola di Management della L.U.I.S.S. “Guido Carli”. Si forma professionalmente a contatto (tra gli altri) con Luigi Brian, Eugenio Buonaccorsi, Adolfo Celi, Graziella Corsinovi, Teresita Fabris, Vittorio Gassman, Giorgio Guazzotti, Otomar Krejca, Giuliana Manganelli, Asa Marcusson, Alfredo Mazzone, Alvaro Piccardi, Gabriella Ravazzi, Tino Schirinzi, Cesare Zavattini. Lavora per il Teatro di Calabria, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, il Teatro Popolare “La Contrada” di Trieste, il Teatro di Toscana, il Teatro Carlo Felice di Genova. Nel 1981 partecipa alla costituzione del “Teatro dell’Ateneo di Genova” (oggi “Teatro Ateneo”), per il quale promuove percorsi specifici di ricerca e creazione scenica in riferimento al teatro classico e a quello contemporaneo, rivestendo la funzione di direttore artistico e risultando tra i principali realizzatori di buona parte delle iniziative.