MASSIMO ANGELINI

Quando:
7 Novembre 2019@18:00
2019-11-07T18:00:00+01:00
2019-11-07T18:15:00+01:00
Dove:
Auditorium del Municipio IV Media Val Bisagno
Costo:
Gratuito
Contatto:
TEATRO DELL'ORTICA
0108380120

“La meravigliosa immaginazione delle donne. Il concepimento e il parto nell’età moderna”


In attesa delle acquisizioni scientifiche maturale col progresso dell’embriologia sperimentale e della genetica (secc. XIX-XX), come si spiegavano la somiglianza (o l’assenza di somiglianza) tra i genitori e i figli? Per quale motivo, fino a tutto il Settecento, si credeva che i bambini potessero nascere maschio o femmina e i neonati alla nascita potessero presentare le più bizzarre deformità? Le spiegazioni erano differenti e di vario ordine, ma la più accreditata e diffusa riguardava il potere dell’immaginazione materna durante il concepimento.

Massimo Angelini è filosofo e studioso che zappa le parole per coltivare idee, storico della cultura, editore, ruralista e fabbricante di lunari; nato a Genova (il 30 agosto 1959, per l’anagrafe), vive nel Minceto di Ronco Scrivia; inoltre è laureato in Filosofia e in Storia (moderna) presso l’Università di Genova; dottore di ricerca in Storia urbana e rurale presso Università di Perugia. Autore di ricerche e scritti dedicati alla storia delle mentalità, ai processi di formazione delle comunità locali fra antico regime ed età contemporanea, alla tradizione rurale, alla cultura della biodiversità, al sacro e alla dimensione dei simboli. Oggi si dedica soprattutto allo studio e alla riflessione su questioni di spiritualità e antropologia filosofica.

Lascia un commento