I SOGNAUTORI

Quando:
24 Maggio 2019@21:30
2019-05-24T21:30:00+02:00
2019-05-24T21:45:00+02:00
Dove:
TEATRO DELL'ORTICA
via S. Allende 48
16138 Genova
Costo:
INTERO € 10,00 RIDOTTO € 8,00 (bambini, over 65, Amici dell’Ortica CARD, soci COOP, Green Card) INGRESSO € 6,00 (per tutti i corsisti di Ortica Lab e OPT)
Contatto:
TEATRO DELL'ORTICA
0108380120

ORTICALIVE


V° edizione della rassegna di canzone d'autore “I Sognautori”, che vedrà esibirsi alcuni tra i migliori cantautori della scena cantautorale ligure contemporanea e non.

Direttore artistico
Antonio Clemente


 

MARCELLO PARRILLI


Cantautore fiorentino (Pontassieve, FI), classe ’78. Comincia a scrivere le prime canzoni e a esibirsi dal vivo con la prima band nel periodo in cui inizia a studiare (chitarra e violino) al conservatorio “L. Chjerubini” di Firenze. Successivamente, si laurea anche al D.A.M.S. e si diploma al corso quadriennale di Musicoterapia di Assisi. Nel 2009 pubblica il primo album “Identità”’ (etichetta SoundRecords). 1° disco di una trilogia definita “trilogia dell’essere”. Nel 2011 pubblica “Elogio alla diversità”, nel 2013 pubblica “Piano solo”, disco che raccoglie composizioni di solo pianoforte. Dischi che ricevono ottimo riscontro di critica sul web. Attualmente Marcello sta collaborando con vari cantautori dell’area fiorentina, in particolare con Marco Cantini, con cui ha composto anche alcune canzoni di “Mendicanti di Umanità” (disco pubblicato nel 2015 che chiude la “Trilogia dell’essere”). Di recente ha lavorato ad un progetto di musica elettronica con l’eclettica violinista e Cantautrice Erma Pia Castriota. Attualmente sta lavorando alla realizzazione del nuovo album in uscita nel 2019, anticipato dal singolo “Perso nei tuoi occhi”, già disponibile sul web.

VICO DIETRO AL CORO


Duo genovese composto da Filippo Rossi (voce, chitarra) e Giovanni Parodi (chitarre, banjo). Genovesi, classe 1980 da sempre amici e complici nella cosa musicale, iniziano con il rap (“SUPERBI”) per poi dedicarsi ai loro strumenti e quindi alla scrittura delle loro canzoni sempre spirati dai grandi autori italiani e d'oltreoceano. Hanno da poco terminato il loro primo album "Cacciallavolpe", disco interamente acustico dalle sonorota' folk-blues.

RUBEN


Cantautore e produttore, nasce a Legnago (VR) nel 1966, e vive a Verona.
Ha realizzato come cantautore i dischi: "Biondo accelerato" (Videoradio, 2000) , "La musa elettrica" (Videoradio, 2004), "Da qui non si vedono le stelle" (La Matricula, 2008), "Il rogo della vespa" (Vrec, 2011), "Live alla fontana" (Vrec, 2011), "Il lavoro più duro" (Vrec, 2012), concept album, quest'ultimo, composto da canzoni che raccontano in prima persona 13 mestieri nell'Italia del lavoro precario e dei disoccupati. Nel 2015 è uscito il singolo "The Way You Treat Me" (RPM), brano da lui composto e prodotto per la blues singer bresciana Paola Purpura. Nel dicembre 2018 è stato pubblicato il suo brano “Les jeux sont faits (Morte di un giocatore)” all’interno della raccolta #songwriters (Vrec). L’11 gennaio 2019, nel ventennale della scomparsa di Fabrizio De Andrè, esce per l’etichetta Vrec il singolo “Il testamento di Tito”, rivisitazione del celebre brano del cantautore genovese. Sempre in omaggio a De Andrè, organizza il reading-concerto "Songwriter for Faber".

MAX MANFREDI


Cantautore, scrittore e uomo di teatro genovese, sulla scena da almeno trent'anni. Fabrizio De André, che volle cantare una sua canzone (“La fiera della Maddalena”) nel disco “Max”, disse di lui: “E’ il migliore di tutti“. Secondo Roberto Vecchioni è “uno che non posso nemmeno limitare con il termine di cantautore“. Max ha pubblicato sei dischi e cinque libri, vinto numerosissimi premi fra cui due volte la Targa Tenco. L’originalità indiscussa del suo linguaggio poetico e musicale lo ha reso oggetto di studi, documentari e tesi universitarie. Svolge la sua attività di concerti in tour in Italia e all’estero.  Date salienti della sua carriera musicale: Nel 1985 viene invitato da Amilcare Rambaldi al Premio Tenco, come artista emergente. Nel 1990 pubblica il suo primo album, “Le parole del gatto”, con cui si aggiudica la Targa Tenco per la migliore opera prima. Nello stesso anno vince la prima edizione del Premio Musicultura, con la canzone “Via G. Byron Poeta”. Nel 1994 esce la seconda opera discografica, “Max”, con la partecipazione di Fabrizio De André che duetta con lui ne “La fiera della Maddalena”. Nel 1997 riceve dalla Regione Liguria il premio come "capostipite della nuova generazione dei cantautori genovesi". Nel maggio 2001 pubblica il terzo disco, “L'intagliatore di santi”. Nel 2004 esce il cd “Live in Blu”. Nel novembre 2007 è nuovamente ospite del Premio Tenco, dove presenta l'inedita “Il regno delle fate”, a detta di molti (come Gianni Mura su Repubblica) una delle più belle canzoni scritte in Italia negli ultimi anni. Nel 2008, Manfredi pubblica l'album “Luna persa” che vince nel 2009 la Targa Tenco come miglior disco dell'anno. Nel 2014 esce il disco “Dremong”, la cui copertina è stata appositamente creata dall'artista Ugo Nespolo. Di recente la pubblicazione del suo spettacolo teatrale “Faustus”, messo in scena l'anno scorso al Teatro Garage di Genova ed edito da Galata Edizioni.

Lascia un commento